Alcuni estratti dalla rassegna stampa della seconda edizione di
The MILANO International MODERN ARTS SHOW

Pesi Mimassimi. Orientato sul versante storicizzato, il Mimas, alla sua seconda edizione, conferma che è il momento dei classici “sicuri”. Fra gli stand, le reazioni dei galleristi erano unanimi: non moltissime presenze, ma un rapporto visitatori-collezionisti altissimo; con una fatica minore e un maggiore ritorno economico.

Ada Masoero, IL GIORNALE DELL’ARTE

Il ‘900 doc sfila al MIMAS. Una seconda edizione particolarmente “informale”…restituisce in pillole i trend del momento…accantonate le “sophisticated lady” di Boldini…che hanno monopolizzato la sua prima passerella, questo Mimas appare più vario e maturo…più libero nell’accostare, agli intramontabili Sironi e Morandi, episodi legati alla sperimentazione italiana del secondo dopoguerra.

Chiara Gatti, LA REPUBBLICA

Dopo l’antico il moderno, ma sempre sceltissimo, e garantito dal vaglio di grandi galleristi…proposto al pubblico milanese quanto di meglio il XX secolo ha espresso in termini di arte, riproducendo in uno spettacolare allestimento lo spaccato visivo di un’epoca complessa e affascinante, restituendone –attraverso oggetti selezionati- le idee, le atmosfere e i sentimenti.

Domenico Montalto, AVVENIRE

I maestri del ‘900 sfilano nel salotto del “Mimas”…l’altissima qualità delle opere in vendita ha richiesto da parte del comitato scientifico un’accurata selezione…le dimensioni contenute della sede espositiva…e il raffinato allestimento…(con composizioni floreali curate da Giorgio Armani) fanno sì che il “Mimas” assomigli più a un salotto che a una mostra-mercato…spicca un bellissimo bronzo di Marino Marini…unico esemplare (in mani private, n.d.r) dei sei esistenti al mondo custoditi in prestigiosi musei tra Montreal, Ottawa e Tokyo…

Carlotta Lombardo, IL CORRIERE DELLA SERA

Al bando avanguardie, tranne, va da sé, quelle storiche, e sperimentazioni, per privilegiare artisti solidi e riconosciuti…sui quali il collezionista, o, più prosaicamente, l’investitore, può puntare senza rischi…

IL GIORNO

…opere dei più famosi artisti italiani del ‘900…grandi firme in bellavista…elevato standard qualitativo in rappresentanza delle tendenze e dei movimenti più significativi del Novecento, privilegiando in particolare maestri storici e contemporanei affermati, che possono contare su un mercato solido…opportunità di un acquisto senza rischi…lasciate in ombra avanguardie e sperimentazioni…un vetting rigoroso…una severa selezione…

Laura Torretta, IL SOLE 24 ORE

Mimas: il passato sicuro. Alla Permanente, il “salon” riservato ai “classici” moderni…un nuovo appuntamento con una rosa ristretta di espositori tutti specializzati nell’arte moderna…Fra i nuovi arrivi…la Galeria Barbié, di Barcellona e Madrid, che propone tra le altre opere un dipinto ad olio su legno di Ives Tanguy, e “Femmes dans les maisons”, opera di Albert Gleizes. Altra new entry, il milanese Studio Guastalla, presente con un “Cavallo” in bronzo del 1945 di Marino Marini…due ritratti di Modigliani…un precoce dipinto di Gentilini…due lavori di Sironi…

Ada Masoero , IL GIORNALE DELL’ARTE

Il Milano International Modern Arts Show…una finestra sull’arte di oggi.

LEGGO

Dal 6 maggio 2004, presso il Palazzo della Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente di Milano, aprirà la seconda edizione di The Mimas: The Milano International Modern Arts Show. The MIMAS raccoglie un folto gruppo di selezionate gallerie d’arte moderna e contemporanea italiane e straniere, per dare vita ad una manifestazione interamente dedicata a quanto hanno prodotto i grandi maestri del ‘900 in materia di Pittura, Scultura e Arti Decorative. La filosofia e le scelte di The Mimas puntano rigorosamente sulla qualità e sull’autenticità delle opere esposte, garantite in base all’accurata selezione di un serio e competente comitato di vetting e sull’impeccabilità dei servizi offerti sia agli espositori che ai visitatori.

CLUB ART

Al MIMAS, una selezione di gallerie internazionali espone infatti le opere dei grandi maestri del Novecento…dei maggiori interpreti delle correnti figurative e astratte del Novecento…

CITY

…un momento speciale per godere degli intramontabili capolavori artistici dei maestri del secolo appena trascorso e delle opere degli artisti contemporanei più affermati…The MIMAS… i più blasonati galleristi ed editori d’arte internazionali, riuniti un unico contesto espositivo…

LIBERO

Dal Mimas al Miart. Non sono codici segreti, ma i nomi delle due fiere d’arte moderna e contemporanea che si susseguono…in questi giorni, insomma, per i collezionisti non c’è pace….

Alberto Fiz, MILANO FINANZA

…prestigioso palcoscenico indicativo della vivacità di un mercato in costante movimento…Il prestigio degli espositori, il valore e il fascino delle opere e l’importanza riconosciuta degli artisti presenti fanno di questo evento il “marketplace” più interessante sulla scena milanese, che meglio coniuga il potere culturale ed economico di Milano con la proposta artistica di elevata qualità…Con The Mimas si conclude la serie di eventi distinti dal marchio “La primavera milanese dell’arte…

L’INFORMATORE EUROPEO